Portofino: il mio angolo di paradiso.

 By Fabiola Bobbio

Arrivare a Portofino è sempre un’emozione unica. Che si arrivi lungo la strada costiera percorrendo la stretta lingua d’asfalto rubata al monte e a picco su un mare straordinariamente blu o che si arrivi dal mare passando davanti alla baia cristallina di Paraggi è sempre un’esperienza che lascia senza fiato. Questo antico borgo di pescatori è riuscito a conciliare nel tempo l’ambiente naturale e il paesaggio urbano senza permettere che quest’ultimo avesse l’ultima parola.
Lo sguardo passa da uno Yacht lussuoso ad un gozzo di pescatore, dalla suggestiva scaletta sospesa della sede estiva dello Yacht Club ad un àncora arrugginita che fa capolino tra reti e secchi dei pescatori sul molo.  I colori delle case affacciate sulla piazzetta spiccano in contrasto col verde della vegetazione sullo sfondo: è un miscelarsi straordinariamente armonico di tonalità del rosso, rosa e giallo. A lasciar vagare lo sguardo si scopre un particolare suggestivo:  gli innumerevoli toni di verde delle persiane riproducono prodigiosamente la varietà delle tinte della vegetazione alle loro spalle.
Ogni scorcio è uno spunto per una foto ed ogni fotogramma è unico com’ è unico quest’angolo di paradiso sospeso nello spazio e nel tempo.
 

Dress code
Il dress code per una giornata a Portofino sarà “sobrio chic”,  non vistoso né eccentrico. Un paio di occhiali da sole ed un cappello non potranno mancare. Ma saranno anche gli unici accessori concessi per sfoggiare un allure mondana senza eccessi.

image

Portofino: il mio angolo di paradiso (Lifestyleandchilling)

image

Portofino: il mio angolo di paradiso (Lifestyleandchilling)

image

Portofino: il mio angolo di paradiso (Lifestyleandchilling)

image

Portofino: il mio angolo di paradiso (Lifestyleandchilling)

image

Portofino: il mio angolo di paradiso (Lifestyleandchilling)

image

Portofino: il mio angolo di paradiso (Lifestyleandchilling)

image

Portofino: il mio angolo di paradiso (Lifestyleandchilling)

image

Portofino: il mio angolo di paradiso (Lifestyleandchilling)

image

Portofino: il mio angolo di paradiso>. (Lifestyleandchilling)

image

Portofino: il mio angolo di paradiso (Lifestyleandchilling)

image

Portofino: il mio angolo di paradiso (Lifestyleandchilling)

image

Portofino: il mio angolo di paradiso (Lifestyleandchilling)

image

Portofino: il mio angolo di paradiso (Lifestyleandchilling)

image

Lo sguardo passa da uno Yacht lussuoso ad un gozzo di pescatore…

image

Portofino: il mio angolo di paradiso (Lifestyleandchilling)

image

Portofino: il mio angolo di paradiso (Lifestyleandchilling)

image

Portofino: il mio angolo di paradiso (Lifestyleandchilling)

image

Portofino: il mio angolo di paradiso (Lifestyleandchilling)

image

Portofino: il mio angolo di paradiso (Lifestyleandchilling)

image

Portofino: il mio angolo di paradiso (Lifestyleandchilling)

image

Portofino: il mio angolo di paradiso (Lifestyleandchilling)

image

Portofino: il mio angolo di paradiso (Lifestyleandchilling)

Nelle foto indosso un pantalone in seta Tara Jarmon, una maglietta in jersey (Ghiglino) incrociata sul davanti e annodata sul retro ed un paio di sandali Jeffrey Campbell in pelle scamosciata beige (ho scelto questa scarpa, in deroga all’abbinamento colore scarpa/borsa,  perché volevo un sandalo trendy ed ho preferito un colore neutro anziché un nero, troppo impegnativo per il giorno). Tutto di Ghiglino 1893 Genova. (Borsa e occhiali Chanel e cappello St. Tropez).


IN & OUT: “Valentine’s day” ❤ “San Valentino”

lifestyleandchilling ❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤

BY F.Y.B.

OUT

If you say to your girlfriend: “Valentine’s Day is a stupid invention!”

Dire alla propria ragazza: “Non credo in questa sciocca festa degli innamorati”

 IN

When you send a sweet message or when you write a romantic greeting card and
when you plan some time spending together in this special day!

Mandare un bel messaggino o ancora meglio scrivere un bigliettino romantico…e questo vale anche per Lei!
Dedicarsi qualche ora da trascorrere insieme e credere che questo giorno sia speciale.. perchè lo è! E’ speciale essere innamorati, ed è speciale poterselo dire!

eros

OUT
When you remember to give her some particular attention just on certain dates such as Valentine’s day..

Ricordarsi di fare un gesto gentile solo in certe date.. o perché “lei” ve lo ricorda.

IN
When you give her a flower without any specific reason or when you bring her a little gift or a short love message.. women are so sensitive!

Portarle un fiore quando non se l’aspetta, sorprenderla con un pensiero inatteso, scriverle ogni tanto qualcosa di sentito (se non si è poeti basta farle la sorpresa di contare le ore che separano un vostro incontro) .. alcune di noi fingono di non essere romantiche ma si “sciolgono” per molto meno.


❤ The Valentine’s Day and the English tradition ❤ Il giorno di San Valentino nella tradizione inglese ❤

Cruciani

Cruciani

BY F.Y.B.

The celebration of “Valentine ‘s day” has very ancient origins.
In the Middle Ages was used, among guys, to witness their feelings making a gift. Usually that gift was a pair of gloves.

Festeggiare il “Valentine’ s day” ha origini molto antiche: sappiamo che nel Medioevo vi era l’uso, tra ragazzi, di testimoniare il proprio sentimento all’amata facendole un dono che solitamente era un paio di guanti.

The first tickets with romantic words were born in the seventeenth century: they were called the “Valentines“. These tickets sometimes hid secret pockets where the boys put their love words .

Nel XVII secolo nacquero i primi biglietti romantici con frasi d’amore: i “Valentines”. Questi biglietti talvolta nascondevano delle taschine segrete dove i ragazzi nascondevano le loro frasi d’amore affinchè non fossero scoperti dai padri severi delle ragazze.

Even today, Valentine’s Day is very much felt in both Britain and the United States where the “Valentines” ( tickets for Valentine’s Day ) are also exchanged between friends and family.

Ancora oggi San Valentino è una festa molto sentita sia in Inghilterra che negli Stati Uniti dove i “Valentines” ( i biglietti per San Valentino ) vengono scambiati anche tra amici e parenti come gesto d’affetto.

 


BON TON: Sunglasses / Occhiali da sole

Ray Ban sunglasses     [lifesyleandchilling.net]

Ray Ban sunglasses [lifestyleandchilling.net]

BY Fabiola Yvonne Bobbio

 I love sunglasses!! I always keep my sunglasses in my bag and I always wear them as soon as the sun rises. But I also take them off as soon as I am at home, or in office or as soon as the sun sets! One day the sunglasses were just an accessory mainly used during the summer or during the mountain holidays, anyhow in essential preconditions . Today the trend sunglasses is something to complete the vip’ look that we can find on lots of magazine or on tv too. Show off some trend sunglasses to complete our outfit is totally fashion..but sometime eyes and glance talk about us! Eyes could seduce, could smile and with eyes is hard to lie. When somebody introduced us someone unless we are on the beach, we take off our glasses. But of course you can, after starting the conversation, apologize and wear it again if the sun for example is too dazzling! When you are on the boat you can of course keep your sun glasses all time but it’ s better take it off when you are inside the boat. I think nowadays unless you are a famous vip don’t hide ourself behind a pair of glasses!! Don’t you think so? 😉

Adoro gli occhiali da sole! Ne tengo sempre un paio in borsa e li uso al primo raggio di sole. Ma li tolgo sempre quando entro in una casa, ufficio o locale o quando il raggio di sole non c’è più. Oggi l’occhiale da sole di tendenza completa il look di tanti vip che vediamo sulla carta stampata o alla televisione. Sfoggiare occhiali da sole alla moda che completino il nostro outfit è assolutamente fashion, ma gli occhi, lo sguardo, parlano di noi! Gli occhi seducono, gli occhi sorridono e…gli occhi fanno fatica a nascondere le bugie. Quando ci presentano qualcuno, anche se il sole è abbagliante, è buona educazione levarsi gli occhiali. E’ consentito però, dopo aver iniziato la conversazione, scusarsi e indossare di nuovo gli occhiali se per qualche motivo non possiamo farne a meno. In barca gli occhiali da sole possono essere indossati ma solo all’esterno. Il fatto di essere in mezzo al mare non giustifica indossare gli occhiali scuri all’interno!! Normalmente gli occhiali andrebbero riposti in una tasca o in borsa ma ritengo che le donne possano fare un eccezione: mettere gli occhiali sulla testa (senza scompigliare i capelli) non trovo che oggi sia un segno di maleducazione. Quindi a meno che non siamo delle star non nascondiamoci dietro un paio di occhiali quando il sole è tramontato!

Gucci sunglasses                      [lifestyleandchilling.net]

Gucci sunglasses [lifestyleandchilling.net]

Chanel sunglasses                      [lifestyleandchilling.net]

Chanel sunglasses                                          Giorgia Foresi Photography for LifeStyle & Chilling

 

 

 

 

Chanel sunglasses                       [lifestyleandchilling.net]

Chanel sunglasses                                          Giorgia Foresi Photography for LifeStyle & Chilling

 

 

 


SUSHI & BON TON

image viahttp://s2bpress.com/news/sushi-shop-a-milano/

image viahttp://s2bpress.com/news/sushi-shop-a-milano/

BY F.Y.B.

Why shouldn’t you leave your chopsticks into rice between mouthfuls but is it better to place them parallel to each other on the table (or on a small stand)? Because leaving your chopsticks in the rice sticks evoke the incense saucer that you burn during funeral rites.
Why talk about good manners and sushi? Because it’s a way to get closer to Japanese culture through food.
Why would Japanese rather see us struggling with chop sticks instead of using a fork? Because they consider the fork a violent tool.
Why shouldn’t we leave the chop sticks in the rice bowl between bites? Because leaving your chopsticks in the rice sticks look like incense used during funeral rites.
Why if we want to let someone taste a bit of sushi, why should we pass the plate and not the food itself? Because this reminds the Japanese of the ancient ritual of passing bones from one relative to the other.

And here there are a few tips to avoid gaffs:

  • Remember not to pour the soy sauce on your sushi. Only fish is to be dipped, not rice.
  • Pieces must be eaten in a single bite; it is considered bad manners to take a bite out and put the rest in your plate.
  • The sliced ginger you find in your plate is to be eaten little by little between courses to “clean” your mouth, above all when changing flavors.
  • Remember to fill the glass of others and not your own. In Japan it is considered rude to fill your own glass or leave the others’ empty.

PICCOLI CONSIGLI DI GALATEO “SUSHI”
Perché un galateo del sushi? Perché è un modo di avvicinarci alla cultura giapponese insieme al cibo!
Perché i giapponesi preferiscono vederci usare goffamente le bacchette piuttosto che la forchetta? Perché considerano la forchetta uno strumento violento.
Perché non bisogna lasciare le bacchette nel riso tra un boccone e l’altro ma è preferibile appoggiarle parallele tra loro sul tavolo (o su un piccolo supporto)? Perché le bacchette lasciate nel riso evocano i bastoncini d’incenso nel piattino che si bruciano durante i riti funebri.
Perché se vogliamo far assaggiare il cibo che abbiamo nel piatto al nostro vicino non dobbiamo passarglielo con le bacchette ma avvicinargli semplicemente il piatto? Perché ricorderebbe il triste rito, nell’antico funerale nipponico, del passaggio delle ossa dei defunti tra parenti.

..e per non fare brutta figura qualche piccolo consiglio:

  • Ricordatevi di non versare mai la salsa di Soia. Il sushi può essere “intinto” nella salsa di Soia ma questa non va mai “versata” sul cibo. Intingere solo il pesce e non anche il riso.
  • I pezzi vanno mangiati in un solo boccone; mordere un pezzo di sushi e rimettere il boccone restante sul piatto è considerato poco educato.
  • Lo zenzero affettato che trovate in tavola non è un condimento: andrebbe mangiato poco alla volta tra una portata e l’altra per “pulire” la bocca, soprattutto quando si alternano i sapori.
  • Ricordarsi di versare da bere a tutti ma non riempire il proprio bicchiere. Una volta appoggiata la bottiglia sul tavolo il giapponese che è con voi o un altro commensale riempirà il vostro bicchiere. Infatti in Giappone è sgarbato servirsi da bere da soli o lasciare vuoti i bicchieri degli altri commensali.

SUSHI & MANIEREN
Warum ein Sushi-Knigge? Weil es eine Möglichkeit ist, sich der japanischen Kultur zu nähern und dabei das Essen zu genießen.
Warum sehen die Japaner uns lieber plump die Stäbchen benutzen als die Gabel? Weil sie die Gabel als ein gewalttätiges Werkzeug ansehen.
Warum sollte man die Stäbchen zwischen zwei Bissen nicht im Reis lassen, sondern lieber parallel zueinander auf den Tisch legen (oder auf ein kleines Bänkchen)? Weil die Stäbchen senkrecht im Reis an die Räucherstäbchen erinnern, die während Begräbnisritualen angezündet werden.
Warum sollen wir, wenn wir unserem Nachbarn etwas von unserem Teller zum Probieren geben wollen, nicht das Essen mit den Stäbchen rüber reichen, sondern einfach den Teller weitergeben? Weil das wiederum an ein trauriges, altes japanisches Ritual beim Begräbnis erinnert, wo die Knochen der Verstorbenen zwischen den Verwandten weitergereicht werden.

 Und um sich nicht zu blamieren, hier noch ein paar Tipps:

  • Denkt daran, die Sojasauce niemals zu schütten. Das Sushi wird in die Sauce getaucht, aber die Sojasauce wird nie auf das Essen gegossen. Nur den Fisch eintauchen, nicht den Reis.
  • Die Happen werden immer als Ganzes verzehrt; ein Stück Sushi abzubeißen und den Rest wieder auf den Teller zu legen, entspricht nicht den Tischsitten.
  • Der in Scheiben geschnittene Ingwer auf dem Tisch ist nicht zum Würzen gedacht: er wird in kleinen Stücken zwischen einem Gericht und dem nächsten gegessen, um den Mund zu „säubern“, insbesondere wenn die Geschmacksrichtung sich ändert.
  • Denkt daran, dass man allen in die Gläser einschenkt, aber nicht sich selbst. Wenn ihr anschließen die Flasche wieder abstellt, wird der Japaner, der Euch begleitet, oder ein anderer Tischnachbar Euer Glas füllen. In der Tat ist es in Japan verpönt, sich selbst einzuschenken oder die Gläser seiner Tischnachbarn nicht nachzufüllen.

 

image via: http://www.gizmodo.it/wp-content/uploads/2010/03/bacchette_fibra_carbonio.jpg

Carbon fiber chopsticks, the ultimate in luxury: a set like that can be costs something such as 109 $..
Bacchette in fibra di carbonio, il massimo del lusso: un set come questo costa 109$..
image via:
http://www.gizmodo.it/wp-content/uploads/2010/03/bacchette_fibra_carbonio.jpg

image via: http://irisristoranti.it/2010/06/29/mitsui-sushi-bar/p’

image via: http://irisristoranti.it/2010/06/29/mitsui-sushi-bar/p’