Intervista a Federica Gandus, Bijoux FG

By C.F.T.

 

Ho avuto modo di conoscere Federica Gandus durante il mercatino di San Nicola lo scorso dicembre tramite il mio club Rotaract Genova Golfo Paradiso. In quell’occasione Federica diede
un prezioso contributo alla nostra raccolta fondi per la LILT (Lega Italiana Lotta Tumori ) ed ha arricchito di colori vivaci il nostro stand. In quell’occasione è nata l’idea di conoscerci meglio, e soprattutto di farvi conoscere Federica ed il suo percorso, attraverso un’intervista.

IMG_0969

Bijoux FG for Lifestyle and Chilling

IMG_0967

Bijoux FG for Lifestyle and Chilling

 

Come definiresti il tuo operato? E soprattutto come è iniziata questa avventura?
Mi piace considerare Bijoux FG una sorta di mini start-up, tutto è iniziato per gioco, creando piccoli bijoux da poter indossare io stessa, inizialmente la mancanza di pratica faceva si io dovessi provare più e più volte prima di creare qualcosa che mi soddisfacesse veramente.

Bijoux FG for Lifestyle and Chilling

 

Practise makes perfect” si potrebbe dire!
Si! Cominciai quindi a sondare e provare vari materiali ed a studiare tutorials per migliorare la tecnica. Naturalmente per tutti i lavori di questo tipo la manualità si acquista mano a mano che si prova. Si migliora passo passo!

IMG_1953

Bijoux FG for Lifestyle and Chilling

 

IMG_2295

Bijoux FG for Lifestyle and Chilling

 

Cosa ti ha spinta al di fuori del contesto privato?
Il passaparola! Le mie amiche indossavano le mie creazioni e piacevano, il network iniziale di clientela l’ho acquisito cosi. E quest’ultimo si è espanso a tal punto da spingermi ad ampliare la disponibilità anche ai negozi e rendere più serio e concreto il mio operato.

DSC_0011

Bijoux FG for Lifestyle and Chilling

 

DSC_0047

Bijoux FG for Lifestyle and Chilling

 

DSC_0031

Bijoux FG for Lifestyle and Chilling

 

Deve essere una gran soddisfazione! Dove possiamo trovare le tue creazioni?
La rete si è diramata ulteriormente, ora anche fuori Genova. Le creazioni Bijoux FG sono presenti in Emilia Romagna, Piemonte e Lombardia. ( In fondo all’articolo elenco dei punti vendita). Ovviamente si può ordinare anche online tramite il sito www.bijouxfg.it

DSC_0063

Bijoux FG for Lifestyle and Chilling

 

Ho visitato il tuo sito ed è super aggiornato, lo gestisci tutto da sola o ti avvali di un aiuto?
Ovviamente l’e-commerce gioca un ruolo chiave. Gestisco interamente tutto il sito con le mie forze. Prende molto del mio tempo ma credo sia una parte fondamentale.

IMG_1970

Bijoux FG for Lifestyle and Chilling

 

Lo slogan subito sotto il brand recita “Customize your jewelry”, come hai avuto l’idea?
Mi sembrava un’ idea nuova e fresca! Chiunque a seconda del proprio gusto può creare le combinazioni di bijoux più diverse. Rende così il prodotto differenziato per un target eterogeneo.

IMG_2000

Bijoux FG for Lifestyle and Chilling

 

A cosa ti ispiri mentre crei i vari bijoux? Hai una sorta di “cliente ideale”?
No, mi piace molto osservare, infatti mentre giro in città cerco di prendere meno mezzi possibili. Mi lascio ispirare dal quotidiano e da quello che mi circonda. Se mi soffermo davanti ad un negozio di antiquariato e mi piace un determinato ornamento/motivo, perché no? Posso cercare di riprodurre o modificare ciò che vedo a seconda del mio gusto usando la mia creatività per creare un pezzo unico ed originale.

IMG_2588

Bijoux FG for Lifestyle and Chilling

 

Come si compone la tua giornata tipo?
Le mattine tendenzialmente le utilizzo per creare i bijoux (le mattine volano!!), invece i pomeriggi cerco di tenerli per le consegne. Però per esempio tutto Gennaio l’ho impiegato girando per le varie città e i punti vendita. Il contatto diretto è ovviamente importantissimo.

DSC_0018

Bijoux FG for Lifestyle and Chilling

 

Veniamo alla ricerca dei materiali, hai fornitori italiani oppure esteri?
Dopo vari esperimenti/prove e ricerche approfondite alla fine ho deciso di avvalermi di fornitori tutti italiani.

IMG_0971

Bijoux FG for Lifestyle and Chilling

 

Quante collezioni hai fatto uscire in questi ultimi mesi di lavoro intensissimo?
Tantissime! Sono un vulcano in piena e sempre con idee per la testa! In linea di massima ogni mese ne faccio uscire una nuova. Come iter fornisco un’anteprima sul sito, segue poi la presenza e pubblicità sui social, e successivamente li rendo disponibili nei negozi.

Dovessi elencare i tuoi best sellers?
Credo la collana fatta a diamante, gli orecchini fatti a rosone e e gli orecchini fatti a gemma.

Grazie Federica, ho visto dal vivo le tue meravigliose creazioni e non vedo l’ora di ammirare le tue prossime produzioni.

IMG_1951

Bijoux FG for Lifestyle and Chilling

IMG_1959

Bijoux FG for Lifestyle and Chilling

DSC_0062

http://www.bijouxfg.it/?page_id=30

DSC_0056

Bijoux FG for Lifestyle and Chilling

DSC_0033

Bijoux FG for Lifestyle and Chilling

IMG_1983

Bijoux FG for Lifestyle and Chilling

 

Oltre la pagina fb ufficiale e l’account instagram, ecco l’elenco completo dei punti vendita nei quali potrete trovare le creazione Bijoux FG (link del sito QUI) :

LIGURIA
– IL SALOTTO: Via di Canneto il Lungo 67/69 R – Genova
– NOI : Via Luccoli 64/66 R – Genova
– PASHMINA by GAYNOR – Via 25 Aprile, 16 – Genova
– LANAPO : Via Roma, 48 – 19016 Monterosso al Mare – La Spezia
– SPAZIO BLUE TRAIN : Via Fratelli Rezzano – 19011 Bonassola – La Spezia
– NOI : via Partigiani d’Italia 27 – Santa Margherita Ligure – Genova
EMILIA ROMAGNA
– L’ALTRO SPORT – via Felice Frasi 41 – 29121 Piacenza
– LAURA ABBIGLIAMENTO: Contrada di Porta Nova 12 BOBBIO – 29022 Piacenza
PIEMONTE
– SUE – via della Rocca 32/c – 10124 TORINO
– TIFLIS – Via Maria Vittoria 31 – 10100 TORINO
– LU’ – Corso Bramante 91/c (Franc. Lazzari Detto Il) – 10126 TORINO
LOMBARDIA
– CARLA SAIBENE ATELIER – via San Maurilio 20 – MILANO
– MY SHOP – piazzale Carlo Archinto (quartiere Isola) – MILANO
– IT! and MORE – Corso Genova, 7 -MILANO
– TULIPE – Via Gabriele Rosa 67 -Brescia

 

 


Qualcosa di nuovo a Genova: Demoa Eventi

Genova: “Superba la città, superbo il divertimento”. Non è una frase fatta ma lo slogan ideato da Benedetta Rocca e Lorenzo Gandus creatori di Demoa Eventi. Da qualche giorno a Genova si parla del primo big event di Demoa: la presentazione ufficiale presso Beautiful loser. La curiosità è molta e conoscendo Benedetta e Lorenzo ne ho approfittato per rivolgere loro qualche domanda e avere qualche notizia in anteprima.

Benni come nasce l’idea di realizzare Demoa?
E’ fin quando avevamo 16 anni che ci dicevamo a vicenda “prima o poi dobbiamo organizzare eventi” ma, dal momento che vivevo fuori Genova, abbiamo sempre rimandato fino a quando a dicembre sono tornata a Genova e così abbiamo deciso di iniziare questa avventura insieme.

Demoa Eventi for Lifestyleandchilling

Demoa Eventi (Lifestyleandchilling)

 

Feste, feste di beneficenza, feste a tema, concerti, mostre d’arte, eventi: chi si rivolge a voi sa che può contare su Demoa sotto il profilo organizzativo o la prestazione può estendersi anche allo sviluppo di un’ idea e a renderla realizzabile?
Assolutamente si, Demoa è nata da poco, ma in calendario ci sono già parecchie feste di beneficenza, weekend fuori porta, giornate di pilates per tutta la città e la fantastica corsa detta “babbo running” poco prima del periodo natalizio, dove speriamo di coinvolgere più gente possibile. Siamo interessati a qualsiasi iniziativa o proposta che ci venga suggerita per supportarla dal punto di vista organizzativo e parte della nostra attività è proprio lo scouting di eventi innovativi che ancora non rientrano nelle abitudini dei genovesi.

Tra le location che proporrete ai vostri clienti c’è qualcuna che rappresenta il vostro fiore all’occhiello?
Ogni location sarà un fiore all’occhiello. Noi vorremo sfruttare al massimo le possibilità che solo una città come Genova offre a partire da spiagge, parchi stupendi come quello di Pegli o Nervi, forti, circoli istituzionali, zone campestri, zone industriali, che possono essere location ideali per diversi eventi. Genova è una città che ha tanti paesaggi diversi ed ogni posto può essere ideale per un diverso evento.

Demoa Eventi (Lifestyleandchilling)

Demoa Eventi (Lifestyleandchilling)

Tra gli eventi in cantiere proponete un weekend di divertimento totale (skipass, cena in Rifugio e serata) a Courmayeur assolutamente chiavi in mano. Direi che se non aveste già inventato uno slogan vi consiglierei “divertimento senza pensieri”. Qual è il vostro target di riferimento per questo tipo di eventi?

Il nostro target di riferimento è una clientela giovane e sportiva aperta a chiunque si senta tale, al di là dei dati anagrafici.

La pagina di facebook Demoa Eventi  ha raggiunto in pochi giorni più di 300 followers, a quando la creazione del sito?
Molto presto. Nel giro di una settimana dovremmo riuscire a lanciarlo.

Siete un vulcano di idee e progetti e di alcune di queste vorrei parlare prossimamente, magari nella prossima intervista. Nel frattempo solo una domanda personale: chi è il pragmatico e chi il creativo tra di voi?
Direi decisamente che Lollo è il creativo ed io la pragmatica. Ho avuto la fortuna di avere delle esperienze lavorative qui a Genova in ambito congressuale e per la Film Commision e all’estero ho fatto produzione cinematografica e shooting fotografici, pertanto l’organizzazione è un mio punto forte. Siamo una bella squadra che si completa a vicenda.

Direi che siete proprio una bel team Benni e Lorenzo: oltre ad essere amici storici vi completate a vicenda, penso che presto Demoa Eventi sarà un punto di riferimento del divertimento e degli eventi a Genova. A presto!

(By Fabiola Yvonne Bobbio)

Demoa Eventi for Lifestyleandchilling

25 FEB 2015 DEMOA –> BEAUTIFUL LOSER

 



Intervista a Julia Nasi, designer e imprenditrice di Muryx.

By F.Y.B

Intervista a Julia Nasi, designer e imprenditrice di Muryx. Conosce sei lingue e studia Cinese, Economia e Diritto dell’Asia Orientale all’Università Cà Foscari di Venezia.

Julia_Nasi

Julia Nasi for Lifestyleandchilling

Ciao Julia, sono molto felice di avere l’occasione d’intervistare un’amica e coetanea oltre che una ragazza in gamba. Innanzitutto come riesci a conciliare la tua attività, che ovviamente comprende la promozione della linea Muryx con i tuoi studi e con la tua passione per i viaggi?

Grazie, anch’io sono felice di poter condividere con te e con il tuo bellissimo sito le mie esperienze! Allora, conciliare i viaggi con Muryx e’ abbastanza semplice perche ovunque vada ho l’occasione di promuovere il prodotto o di vedere un negozio che potrebbe essere interessato a vendere i prodotti. Con gli studi, invece, non e’ stato per niente facile, perchè sono all’ultimo anno della triennale. Inoltre, abitando a Venezia, andavo a Milano in giornata due volte alla settimana per incontrare avvocati, banche, fabbriche, o altre persone che lavorano per noi quindi era veramente stancante e ho dovuto ridurre lo studio e sostenere meno esami questo semestre proprio perchè non era possibile fare diversamente. Io e mia madre abbiamo messo anima e cuore in questo progetto, e pignole come siamo non diamo pace a nessuno che lavora per noi perchè siamo sempre presenti a curare ogni piccolo dettaglio affinchè tutto sia perfetto e conforme al concept che vediamo per Muryx. Mi fa strano vedere che scrivi “imprenditrice” vicino al mio nome, solo perchè di colpo vedo tutto il lavoro che ho fatto per mesi con mia madre e come Muryx non e’ iniziato semplicemente come un progetto imprenditoriale ma come un sogno di madre e figlia di poter condividere e rilanciare l’ idea di un costume intero bello e “stra donante”!

image

Julia Nasi_ Interview by Fabiola Yvonne Bobbio

Vuoi parlare della raffinata linea di costumi che avete presentato tu e Ana Cristina Nasi, tua splendida mamma, presso la Boutique Giò Moretti in Via della Spiga a Milano? Mi piace molto il vostro “concept” delle quattro “S”.  Vuoi parlarne?

Le nostre 4S sono: semplicità, stile, seduzione e “small luggage”.  L’anima della nostra linea e’ il costume intero, un oggetto semplice ma “stradonante” fatto con la miglior lycra sul mercato Made in Italy. Hanno seguito i kaftani e accessori in modo tale che tutti gli articoli e colori siano intercambiabili: l’idea e’ proprio quella di semplificare l’estate alla donna e di toglierle la preoccupazione di cosa indossare. La vita e’ troppo complicata di suo e Muryx cerca di farti godere la tua estate al massimo quindi non devi “pensare” a cosa indossare ma solo scegliere, sentendoti sicura di essere sempre a posto. Con Muryx sai che non compri un “outfit” ma compri con pochi oggetti tantissime combinazioni perchè giocando e scambiando i colori non sarai mai vestita uguale. Senza aggiungere che risparmiamo alla gente l’angoscia di pagare overweight in aeroporto! Tutto quello che vendiamo è “leggero e divertente”, quindi non nessun peso in valigia e facilità d’uso  perchè  basta sciacquare il “Muryx” per averlo pronto per un’altra combinazione modaiola.

Julia Nasi_ Interview by Fabiola Yvonne Bobbio

 Il vostro concept di “basic is chic” mi ha molto affascinata. L’abbinamento dei costumi interi in tinta unita Muryx  con i vostri copricostumi e kaftani leggerissimi e trendy crea un’allure ricercata e chic senza perdere di vista la praticità e la seduzione. Cosa vi ha spinto a dedicarvi esclusivamente al costume intero e ad ignorare completamente il bikini?

Iniziamo col dire che la nostra non e’ una crociata contro il bikini! Nessuno può fare a meno del bikini perche ovviamente e’ l unico modo per avere un abbronzatura doc. Tutti mi chiedono perchè non produciamo anche il bikini. Il problema del bikini è che non sempre è appropriato a tutte le occasioni estive. L’intero e’ perfetto per sport nautici, quando vai in barca o per un aperitivo in un bar sulla spiaggia, ma anche per andare in giro in una località balneare indossando un pareo o kaftano. L’eleganza e il buon gusto sono assicurati. Il costume intero inoltre si può usare di sera come un body.  Per chi avesse dubbi su quanto sia seducente il costume intero potrebbe ricordare  Pamela Anderson in Baywatch! Infatti il nostro costume ha preso ispirazione dalla serie televisiva e quindi e’ scollato davanti e scollato dietro in due modelli diversi: uno più sgambato e l’altro piu coprente. Eleganza e seduzione non sono due parole opposte, anzi! Un detto di mia madre è: “Se vuoi essere spogliata, prima devi saperti vestire”.

Julia Nasi_ Interview by Fabiola Yvonne Bobbio

 Dove si trovano le vostre collezioni?

Online sul sito www.muryx.com e poi in negozi multimarca da St Tropez a Montecarlo, da Portofino a Milano, da Forte dei Marmi alla Costa Smeralda. Gli indirizzi e nomi dei negozi si trovano su www.muryx.com/store-locator.

 Vorrei chiudere questa intervista con una domanda personale. Quest’anno sei stata proclamata, durante una festa al Casinò di Venezia, Maria del Carnevale ed il giorno successivo sei stata “incoronata” dal Corteo Dogale. Che effetto ti hanno fatto il bagno di folla per “Maria 2013” e la notorietà che ne è conseguita?

Julia Nasi_ Interview by Fabiola Yvonne Bobbio

L’effetto di aver vinto il concorso è stato incredibile perchè si è realizzato il sogno di poter essere l’anno prossimo l’Angelo che aprirà il Carnevale di Venezia e che farà il famoso “Volo dell’Angelo”, saltando dal Campanile di San Marco, con 70.000 persone in piazza oltreché televisioni da tutto il mondo che ti osservano. Non ho per niente paura del salto, anzi, non vedo l’ora! Sfortunatamente si salta una sola volta! Comunque il concorso in sè è stata un’ esperienza stupenda. Partecipare al Carnevale rappresentando una delle storiche 12 Marie e’ stato un grande onore e mi ha dato l’opportunità di conoscere ragazze fantastiche e di essere ospite in posti molto esclusivi a Venezia.

Grazie Julia, non vedo l’ora di indossare uno dei tuoi meravigliosi costumi, nel frattempo ammiro le foto del tuo catalogo! Un grande bacio!
Fabiola Yvonne Bobbio

 

image Julia Nasi_ Interview by Fabiola Yvonne Bobbio


Intervista ad Eugenia Toni, Art Director di Anyway

image

Eugenia Toni, Art Director di Anyway

BY F.Y.B.

Eugenia, so che sei laureata in lettere classiche, indirizzo filologico, che sei storica bizantina e direttrice per riviste di taglio storico, Fashion Writer oltre che Art Director di Anyway.
Detto così è assolutamente riduttivo, vuoi  riassumere il tuo percorso e i mille impegni importanti che riempiono le tue giornate?

Più che riduttivo parrebbe folle. A parte gli scherzi si, è vero, la difficoltà reale non è tanto nella quantità ma nei salti spazio-temporali che concettualmente faccio ogni giorno. Ciò ha, però, un minimo comune denominatore che sono io. Io sono anche una paleografa greca, ho sempre avuto la passione per l’analisi critica e testuale delle fonti legate all’età di mezzo, in special modo parliamo di oriente cristiano. Bisanzio lega fortemente cristianesimo, diritto romano e cultura (nonchè lingua) greca in un contest geografico vicinissimo alle influenze islamiche. Un cocktail esplosivo, sinergico, sintetico di tre realtà. Mi occupo specificatamente di mistica, amo indagare filologicamente il rapporto tra Dio e l’uomo vissuto nella semplicità e nell’immediatezza del sentire personale. Sono un’umanista e porto questo bagaglio secolare travasandolo nel materico, nella moda che diviene manifestazione sintomatica di ciò che siamo. Io non credo a chi esclude la materia dallo spirito. Quando parlo di donne e abiti io mi ispiro alle Donne, a Beatrice, Teodora di Bisanzio, Hildegarda di Bingen, e non al loro essere astratte, ma alla loro immediatezza, carnalità ed essere punto di rottura, tutti elementi che la donna, oggi, purtroppo ha perso. Il mio lavoro “quotidiano” è di tipo amministrativo, lavoro nelle risorse umane cercando di conciliare gli impegni legati ad Anyway, il nostro magazine e le letture e lo studio. Attualmente sono Fashion Writer per una stilista genovese e co-direttrice per Christianitas, una rivista di studi storici. Poi, il mio piccolo salotto privato, il mio gruppo facebook “Io Sono una Signora”, a cui affido la mia penna virtuale e di pancia.

image

“Mi occupo specificatamente di mistica, amo indagare filologicamente il rapporto tra Dio e l’uomo vissuto nella semplicità e nell’immediatezza del sentire personale.” Eugenia Toni

Amo la tua definizione di Anyway come di un’ ”Antologia…qualcosa che raccolga contributi preziosi e non improvvisati fatti da professionisti del design, della bellezza e della moda…una raccolta di fiori, i migliori, nella dispersività dei social network”. Come nasce l’idea di un progetto così impegnativo?

Nasce da ciò che non c’è. Il panorama dei social network è piuttosto ripetitivo, da un anno circa pensavo di creare un contenitore di contenuti (gioco di parole voluto) che non fosse solo una carrellata di immagini ma offrisse spunti. Quando parliamo di un brand cerchiamo di far capire cosa ci sia dietro ad un oggetto che acquista così un’aura evocativa. Non indosso un abito perchè va di moda o è bello, indosso la filosofia di cui si fa portavoce, la storia del suo creatore. Questo si chiama stile e vestire significa indossare uno stile, interpretare la storia di uno stilista. Per questo motivo Anyway ha cura nel selezionare le persone di cui parliamo, nell’attenzione verso la sartoria e la manifattura italiana, spesso di nicchia e che ha bisogno di essere “comunicata” e non appiattita attraverso i social network. Parlo al plurale perchè Anyway è femminile plurale. Questo progetto non sarebbe stato possibile senza lo spirito pratico, razionale e il fiuto commerciale di Leda Maratea, architetto e wedding planner milanese che per Anyway è project manager e grafica, nonchè responsabile dell’immagine Anyway per gli eventi  cui partecipiamo. Il respiro è comunque internazionale grazie alle collaborazioni fisse da Dubai e Istanbul.

image

“A volte viene fuori il mio lato irriverente: tra due punti disegnare un arabesco diventa inutile, meglio una linea retta, un taglio, a punta di coltello.” Eugenia Toni

Eugenia, ti conosco da quello che scrivi, da quello che pubblichi. Mi piacerebbe definirti una Donna con la D maiuscola con una femminilità piena e mai sdolcinata che traspare dalle tue parole. Non sei Donna che adula falsamente, un tuo complimento è vero e pensato, una tua critica è ponderata attentamente…ma anche affilata come un coltello tagliente. Ti ritrovi in questa descrizione?

Moltissimo, anche se come tutte le donne di cuore e di testa pecco di pancia. Dico sempre che le donne hanno perso la loro natura alchemica e sensitiva, il progresso e l’indipendenza ci hanno reso spesso nevrotiche e concettose, in antitesi quasi inconciliabile con l’universo maschile. Il problema è che questo sviluppo ci ha portato sulla curva della parabola, lontane da un rapporto immediato, profondo e diretto con le cose, quasi un pò magistico. Siamo diventate concettose e volgari quando crediamo di essere dirette. Ecco perchè a volte viene fuori il mio lato irriverente: tra due punti disegnare un arabesco diventa inutile, meglio una linea retta, un taglio, a punta di coltello.

image

“Non indosso un abito perchè va di moda o è bello, indosso la filosofia di cui si fa portavoce, la storia del suo creatore.” Eugenia Toni

Mi piacerebbe chiudere questa intervista con parole tue che mi hanno colpito e forse anche un pochino suggestionato  “Il lavoro se non è epidermico non mi piace. Le donne seguono le cose, le strade, i progetti con un impeto animale.
Per questo non salgono troppo in alto, per questo si fermano, per questo sbagliano. Perchè lavorano in modo emotivo. “  Questa sei tu, Eugenia, e mi sei piaciuta moltissimo perché hai proseguito dicendo: “E per questo tutte abbiamo bisogno di un uomo. Riconosco una donna anche dall’uomo che ha dietro.”
Brava Eugenia, abbasso le donne che sbandierano di non aver bisogno di un uomo. Le Donne come te sanno riconoscere l’importanza di un uomo. Sei d’accordo?

Sto imparando a parlare alle donne e a guardarle come farebbe un uomo. Non c’è bisogno di ricercare in merito all’essere donna parlando in modo ostinato con e attraverso le altre donne, se lo sei, donna, basta così e non hai bisogno di dirlo, urlarlo, manifestarlo. E devo l’immediatezza di questa consapevolezza proprio al dialogo con una persona, un uomo, a me cara. Diffido delle donne che ciarlano a lungo sulle questioni personali e d’amore. Spesso sono svianti. Quando ho bisogno di un consiglio ho riscoperto il confronto con un uomo, chiaro, diretto, immediato, spiazzante.
Mi piace pensare a Dante. La Divina Commedia nasce per una donna, Beatrice. E’ la più grande opera d’amore, a mio avviso, nata attorno e per ispirazione di una donna. Beatrice intima Dante a “salire”, è qualcosa, questo, di sacro e divino che umanamente passa attraverso l’esperienza sessuale. Ma ti dico di più.
Se Dante non ci fosse non avrebbe creato la sua donna, Beatrice.

≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈≈

 Il numero di maggio di ANYWAY Fashion Magazine è on line : http://www.calameo.com/read/002338372e40475129e09

image

image image image

…scoprite Anyway sul web ( http://www.calameo.com/read/002338372e40475129e09) e  rimanete in contatto attraverso la pagina su facebook:https://www.facebook.com/anywayfashionmagazine

Buona lettura!