Intervista ad Alessandra Fusi di Pearl à porter

A cura di Fabiola Yvonne Bobbio

Di cosa ti occupi principalmente?

Sono una ricercatrice della School of Chemical Engineering all’Università di Manchester. Mi occupo della valutazione ambientale dei processi produttivi.

alessandra fusi interview

Come è nata l’idea di creare Pearl-à-porter?

Da una vecchia collana, regalata da mia nonna per i miei 18 anni: mai messa. L’ho sempre trovata troppo seriosa…così l’ho smontata e reinventata alla maniera “Pearl-à-porter”: ho aggiunto un pizzico di colore e voilà…è nato il primo gioiello Pearl-à-porter.

 

Come riesci a conciliare le tue attività?

E’ piuttosto complesso in effetti, il mio lavoro da ricercatrice mi prende parecchio tempo. Dedico a Pearl-à-porter il mio tempo libero (sera e week end)…grazie alla passione che ho per questo progetto imprenditoriale.

alessandra fusi

Da dove trai ispirazione per i tuoi nuovi modelli?

Ciò che mi ispira più di tutto sono gli abbinamenti di colore. Quando entro dai rivenditori di pietre, immersa nella moltitudine di colori, la mia parte creativa prende vita. Inizio a immaginare milioni di possibilità di combinazioni di pietre e fili colorati.

alessandra f

A che pubblico ti rivolgi principalmente?

A tutte le donne. La doppia natura elegante e casual dei gioielli Pearl-à-porter, che è poi la linea ispiratrice di questo progetto, rende questi bijoux adatti alle mamme ma anche alle figlie, a chi copie 18 anni ma anche alle nonne, insomma a tutte le donne che ricerchino un gioiello facile da portare ed elegante al tempo stesso.

 

Come ti definiresti: più sognatrice o pragmatica?

Pragmatica…risultato degli anni spesi a fare ricerca scientifica credo.

 

Chi ha creduto in te da subito?

Carlo, mio marito. Crede in me più di quanto io non creda in me stessa.

 

Progetti per il futuro?

Tornare in Italia…e dedicarmi a tempo pieno al progetto Pearl à porter.

 

In attesa delle tue prossime splendide creazioni ti auguriamo di realizzare il tuo progetto!


Il Team Lifestyle & Chilling cresce!

Siamo orgogliosi di annunciarvi che molto presto del nostro Team Lifestyle&Chilling farà parte Maria Virginia Calissano che oltre ad aver pubblicato su Vogue Encyclo condividerà con noi il suo entusiasmo: “L’universo femminile e la moda per Lifestyle&Chilling sono un fantastico soggetto: una delle più immediate, acute e precise riflessioni della società, il suo cambiamento costante mi rende entusiasta: più lo stile muta, più lo scriverne evolve!”

virginia

Maria Virginia Calissano now in Lifestyle and Chilling’s Team

 

Maria Virginia si occuperà in particolare di una rubrica che siamo certi incontrerà il gusto dei nostri lettori: Because the Closet”.

Virginia stessa ci descrive questo prossimo appuntamento periodico sul nostro blog: “Because the Closet” è un mondo che lascia spazio a quello che leggerai e alla sua libera interpretazione… Scritto per pensare al proprio guardaroba, a quello degli altri ed a quello che vorresti. Perchè nell’ armadio e nei cassetti vivono i tuoi pensieri prima di uscire di casa: è l’ambiente per eccellenza, meraviglioso per prepararsi alla sfida della giornata! “

virgi

Maria Virginia Calissano now in Lifestyle and Chilling’s Team

 

Comunicatrice e Social Media addicted che non riesce a staccarsi dal suo amato Iphone.
Maria Virginia Calissano nasce sul mare, a Genova, meno di 30 anni fa, si definisce “entusiasta” per l’energia che mette in ogni nuovo progetto, nel lavoro e nella vita.
“Mind traveller”, adora gli Stati Uniti e tutto quello che ne segue, lo sci alpino da una vita ed ascoltare (ma a volte anche suonare) il piano.

Ama le parole ed è giornalista di nome e di fatto da 3 anni. Attualità, cultura, architettura e design sono stati il trampolino per poter intraprendere questa via che è oggi realtà. La strada comincia negli studi al liceo artistico e Laurea con massima votazione in Design&Comunicazione a Milano (altro posto di cui non può fare a meno). Poi i primi lavori negli eventi, per l’organizzazione o gestione, portando avanti in parallelo l’esperienza nel modo grafico. Approda poi in modo definitivo nell’Ufficio Stampa di una compagnia Cosmetica con cui segue la Comunicazione e la Grafica pubblicitaria e di cui è stata Social Media manager/editor ed assistente agli eventi assieme ad un Team con cui tutt’ora collabora dall’esterno per le Pubblicità. Oltre alla creatività è attualmente impegnata con una testata per cui mensilmente scrive. Tutto quanto di sera (tra una festa e una cena): di giorno lavora nell’ufficio Eventi & Comunicazione di una grande azienda nel settore assicurativo!

virginia e bibi

Fabiola & Virginia

virginia 2

Maria Virginia Calissano now in Lifestyle and Chilling’s Team

 


Interview with Julia Nasi, the protagonist at the Carnival in Venice during the angel’s flight day (2014).

BY F.Y.B.

(Italian and English version; roll down to see both)

Julia Nasi Carnevale di Venezia 2014

Julia Nasi Carnevale di Venezia 2014

(IT) Nell’ultima intervista ci siamo lasciate con i racconti sulla tua “incoronazione” a Maria del Carnevale 2013 da parte del Corteo Dogale. Quest’anno sei stata la protagonista del Carnevale di Venezia nel giorno dell’appuntamento del Volo dell’Angelo. Bellissima e angelica hai “volato” negli 80 metri che separano il Campanile di San Marco dal palco del Gran Teatro. Ho visto delle tue interviste televisive a caldo, fresca del “volo”, ora ti chiedo: quale ricordo ti è più caro di questa esperienza?

Tutta la giornata e’ stata spettacolare! Avevo un importante evento, al quale non potevo mancare, la sera prima a St Moritz. A mezzanotte I miei genitori, zia, e amici più cari (venuti apposta da New York e da Santo Domingo per i due eventi) sono saltati con me su un mini bus e siamo partiti per Venezia. Siamo arrivati alle 5 del mattino e alle 8 ero già in camerino a farmi vestire. Alle undici siamo andati sul campanile  io e Momo, il mio fidanzato, che mi ha dato un sostegno incredibile ed era quasi più entusiasta di me! L’attesa è stata eterna, non vedevo l’ora di saltare e sentivo la calda partecipazione della gente che mi chiamava per nome dalla Piazza! Il momento del salto è stato stupendo, mi hanno sollevata e sentivo l’adrenalina che mi passava per tutto il corpo mentre la folla mi acclamava. Ma non ho avuto nessuna paura, sembrava stranamente normale stare sospesa in aria sopra 105.000 persone. E in realtà ho avuto la sensazione che tutto fosse finito troppo presto: non volevo scendere e non volevo che finisse! Poi ho salutato la gente ed abbracciato la mia famiglia! Di colpo un sacco di giornalisti mi hanno circondata per chiedere le mie impressioni sul salto: ho fatto veramente fatica  a   descrivere l’esperienza fantastica che avevo vissuto! 

Julia Nasi Carnevale di Venezia 2014

Julia Nasi Carnevale di Venezia 2014

(EN) Last time we have met for an interview we talked about your coronation as Maria from the Doge’s procession during the Carnival 2013 in Venice. This year, you were the protagonist at the Carnival in Venice during the angel’s flight day. You were absolutely beautiful and angelic when you flew the 80 meters separates the famous San Marco bell tower with the Gran Teatro’s stage. I’ve seen your television’s interviews, just landed from this amazing experience. Now I would love to ask you which is your most great memory from this wonderful experience?

The whole day was spectacular! I had an important event to attend the night before in St Moritz, Switerland. At midnight, my parents, aunt and closest friends (who came all the way from New York and Santo Domingo for my two events) jumped with me on a mini-van and went to Venice. We arrived at 5am and at 8am I was already getting my hair and make up done. At 11am my boyfriend Momo and I go to the Campanile, and it was great to have his support (he almost seemed more excited about the flight than me!). Waiting was the worst part for me, because I was too excited and couldn’t wait to jump, I could feel the warmth of the people calling my name all the way from the Piazza! The moment of the jump was incredible, as soon as they pulled me up with the harness I got so much adrenaline running through my whole body as people were cheering. But I wasn’t scared at all, it seemed strangely normal to have 105,000 people beneath me while I was hung in mid-air. Unfortunately this dream ended too soon, I didn’t want to get down and I didn’t want it too end! Then I waved at the people and hugged my family. Suddenly a lot of journalists came up to me asking me about my thoughts on the flight, and I wasn’t able to get words out of my mouth that could really describe the experience that I went through.

Julia Nasi Carnevale di Venezia 2014

Julia Nasi Carnevale di Venezia 2014

Sei stata al centro dell’attenzione internazionale, addirittura il nostro sito Lifestyle & Chilling è stato contattato dal Frankfurter Allgemeine Zeitung per avere tue notizie (avendo trovato la tua intervista, precedente a questa). In che misura hai tratto esperienza e beneficio da questa avventura e da questa popolarità?

Ho la fortuna di avere tanti amici in tanti paesi nel mondo. Dopo il volo mi hanno scritto in tantissimi per dirmi che mi hanno vista nei loro canali televisivi, nei loro giornali e riviste. Addirittura dei miei carissimi amici tedeschi hanno trovato l’articolo nel Frankfurter Allgemeine ed ero sorpresa perchè c’era una mia foto così grande in un giornale così importante! Mi ha pure fatto impressione vedermi sulle copertine del “Gazzettino” e della “Nuova di Venezia”. Ho avuto quello che in America si chiamano I “15 minuti di fama”. Poi sono passata alla vita normale, studiando per gli ultimi esami e aiutare mia madre con Muryx.

Julia Nasi Carnevale di Venezia 2014

Julia Nasi Carnevale di Venezia 2014

You were the protagonist for some of the most famous internationals magazine and television, also Lifestyle and Chilling’s website has been contacted from the Frankfurter Allgemeine Zeitung to have some more news. (cause they found the last interview we did together). In which way did you get benefits from this beautiful adventure? 

I am extremely lucky to have friends all over the world. After the flight, many of them wrote to me telling me that I was in their news channels, newspapers and magazines. I even had some close german friends of mine who found the article on the Frankfurter Allgemeine and I was so surprised that I had such a big picture on such an important newspaper. It was also strange to see myself on the cover of the newspapers “Gazzettino” and “La Nuova di Venezia”. Apart from this, I didn’t really have so much popularity. After my 15 minutes of fame were over I went back to my normal life, studying for my last exams and helping my mother out with Muryx.

 

Presto arriverà l’estate vuoi darci qualche anticipazione dei tuoi progetti con Muryx e le vostre collezioni estive? Vuoi ricordarci dove possiamo trovare le collezioni Muryx?

The summer is coming! Would you like to give us a preview of your projects with Muryx and your summer’s collections? Do you want to remind us where could we can find your beautiful collections?

Quest’estate abbiamo delle novità: 

  • una collana disegnata da Osanna Visconti per Muryx. 
  • 5 nuovi colori per i costumi. 
  • Poncho e Kaftani a pois in tre colori.  I nuovi Kaftani che adoro: hanno delle stampe bellissime in 4 modelli eleganti da pomeriggio e sera. 
  • Novità riguardo alle location di vendita: siamo felicissime perchè ora vendiamo online anche su YOOX.com. L’anno scorso abbiamo venduto in boutique nei posti di mare piu frequentati in Europa. Quest’anno, a parte alcune nuove collaborazioni in Europa, abbiamo esteso le boutiques e siamo anche nel resto del mondo come Las Vegas (nelle Wynn Resorts), St Barths (Hotel Isle de France), e Bahrain.

 image19

Ecco la lista aggiornata: 

ITALIA 

  • Milano Gio Moretti  
  • Portofino L’Ancora 
  • Forte dei Marmi Twiga 
  • Capri Centurion 
  • Porto Rotondo Twiga 
  • Porto Cervo Twiga (Hotel Cala di Volpe)
  • Torino San Lorenzo
  •  Bologna Folli Follie 
  • Mantova Folli Follie
  •  Brescia Folli Follie
  • Verona Folli Follie

 MONACO 

  • Montecarlo Eleven Montecarlo

 FRANCE 

  • St Tropez Tahiti Beach 
  • Hotel Byblos

 SPAIN

  • Ibiza Sexy Woman

 PORTUGAL

  • Lisbona Loja Das Meias
  • Cascais Loja Das Meias
  • Comporta Lavanda

 GREECE

  • Athens Alia
  • Michalopoulos
  • Mykonos Enny Monaco
  • Symi Evannaz

 SWITZERLAND

  • St Moritz Corviglia Ski Club
  • Gstaad The Space

 BAHRAIN

  • Manama Baby Fair Establishment

 FRENCH WEST INDIES

  • St Barth Isle de France

USA

  • Las Vegas Wynn Resorts Las Vegas

 

Fabiola Bobbio interviews Julia Nasi